Friggitrici ad aria in offerta

pagina facebook

vetrina amazon

collaborazioni



Menu

Friggitrici ad aria in offerta

Una delle domande che mi vengono chieste più spesso è se comprare una friggitrice ad aria a cassetto o fornetto.
Alcune friggitrici ad aria a fornetto hanno un volume in litri che spesso è più del doppio rispetto a quelle a cassetto. A prima vista potrebbe quindi essere logico pensare che questo si traduca anche in un raddoppio delle porzioni.
Questa differenza nei dati tecnici non le rende però realmente più comode e capienti come in apparenza sembrano.

Partiamo dalle basi, giusto per riepilogare un attimo la situazione allo stato attuale. Al momento, le friggitrici ad aria si dividono sostanzialmente in due grandi categorie: quelle a fornetto e quelle a cassetto.
Nei miei precedenti articoli ho abbondantemente parlato di tutti i modelli di friggitrice ad aria esistenti. Per essere certo di sapere di cosa sto parlando, ti consiglio quindi la lettura degli articoli che trovi in: La friggitrice ad aria.

Bene, le friggitrici ad aria a fornetto, uscite solo in tempi più recenti, stanno riscuotendo un grandissimo successo. Tanto che anche sul mio gruppo Facebook Friggitrice ad aria – Ricette, consigli e foto spesso una delle domande è se comprare la friggitrice ad aria a cassetto o fornetto.

Uno dei motivi per cui questa tipologia di elettrodomestico sta riscuotendo un notevole interesse è che viene spacciato come ultra capiente.
Eh sì, perché spesso ci si imbatte in improbabili descrizioni sui vari marketplace e negozi online e non, in cui le friggitrici ad aria a fornetto vengono consigliate addirittura per famiglie di 8 o 10 componenti.
Bene, questo non potrebbe essere più lontano dalla verità! Non scherziamo, dai.
Ti posso assicurare che 8 o 10 persone, nemmeno se inappetenti, potranno mai mangiare in una friggitrice ad aria. In alcuna friggitrice ad aria, chiariamoci. A maggior ragione in una a fornetto da 9 o 14 litri, comunque.
Facciamo però un passo indietro ed analizziamo meglio la questione.

Friggitrice ad aria a cassetto o fornetto: che differenza c’è

La verità? Nessuna! Ti spiego meglio cosa intendo: il metodo di cottura è sempre il medesimo. Tutte le friggitrici ad aria che sono attualmente sul mercato hanno un funzionamento in realtà estremamente semplice: l’aria bollente vortica al loro interno cuocendo così il cibo.
Tutto qui? Ebbene sì, come vedi non ci sono grandi misteri alla base del loro funzionamento, si tratta di elettrodomestici semplici, ma molto efficaci.
Ora, chiarito questo aspetto, entriamo più nel vivo della questione.
Posto che il principio su cui si basa il funzionamento delle friggitrici ad aria è il medesimo per tutte, che differenze ci sono quindi tra queste due tipologie?

Analizziamo le friggitrici ad aria a fornetto

Recentemente questa tipologia di modello ha visto introdurre sul mercato alcune interessanti novità.
Le due più apprezzabili sono la capienza ulteriormente aumentata rispetto alle prime uscite, arrivando fino a 30 litri o persino 40 litri, e la doppia resistenza posta sia nella parte superiore che inferiore.
Di queste ne parlerò in modo più approfondito in seguito. Inizio con le friggitrici ad aria a fornetto che meno mi hanno colpita e che, ora come ora, trovo sorpassate.

Si tratta dei primi modelli di friggitrici ad aria a fornetto apparsi sul mercato, che partono da 9 litri per arrivare a 14 litri di volume. Hanno in tutto e per tutto l’aspetto di piccoli forni, con tanto di sportello provvisto di maniglione attraverso cui inserire il cibo.
La maggior parte sono dotate dello spiedo per cuocere un pollo arrosto, degli spiedini e dell’alloggiamento in cui inserire il cestello cilindrico rotante, ideale per le verdure.
Hanno poi di solito alcuni ripiani, un vassoio raccogli grasso da inserire sul fondo e, se digitali, vari programmi preimpostati tra cui scegliere. Le friggitrici ad aria a fornetto sono inoltre le uniche idonee ad essiccare gli alimenti, avendo infatti impostazioni dedicate.

Le friggitrici ad aria a cassetto partono da una capienza di circa 1,5 litri per arrivare fino ai 6,5 litri (o poco più). Possono essere sia digitali, con diversi programmi preimpostati, sia provviste di manopole. Queste ultime non hanno alcun programma da selezionare e sono quindi manuali: tempi e gradi vanno selezionati in autonomia.
A differenza dei modelli a fornetto, hanno, appunto, un cassetto estraibile in cui introdurre il cibo.

Come dicevo in precedenza, viene naturale pensare che una friggitrice ad aria a fornetto da 10 o 12 litri, avendo il doppio della capienza rispetto ad una da 5,5 litri a cassetto, possa quindi ospitare anche il doppio del cibo.
A conti fatti però, avendo avuto modo di testarne ormai molte, ti posso dire che non è affatto così nell’uso pratico.

Il girarrosto nei modelli a fornetto vecchi

Nonostante i 10 – 14 litri, le friggitrici ad aria attualmente in commercio hanno uno spiedo che porta massimo un pollo da 1,2 kg. Per cui, di fatto, questo ne limita molto l’uso per famiglie numerose. In una friggitrice ad aria a cassetto di grandi dimensioni, come per esempio la Uten da 6.5 litri, entra comodamente un pollo da 2 kg abbondanti.
Mi si potrebbe dire, allora, che sarebbe possibile ovviare a questo problema usando uno dei ripiani in dotazione con questi modelli. Ed è vero, ma allora quale sarebbe l’utilità di scegliere un modello a fornetto dotato di spiedo?

Leggi la mia recensione sulla UTEN da 6,5 litri

Purtroppo c’è anche un altro aspetto da tenere a mente. Quando si usa lo spiedo per cucinare per esempio un pollo, non vi sarà ulteriore spazio per inserire anche delle verdure su uno dei ripiani. Infatti si dovrà scegliere se cuocere prima il pollo oppure un contorno, nel caso in cui si renda necessario.
Un altro punto dolente è il cilindro rotante in cui fare patatine, popcorn, verdure, tostare frutta secca, ecc. Questa tipologia di cestelli sono piccoli e, come per lo spiedo, non possono essere sovraccaricati. Per cui, di fatto, in un cestello a cilindro di questo tipo entrano mediamente solo 600 gr di patatine alla volta.
Nella friggitrice ad aria Uten da 6.5 litri ho comodamente fatto 1,8 kg di patate senza alcun problema. E volendo ce ne sarebbero state ancora. L’unica accortezza che si deve avere è quella di mescolare frequentemente.
In merito ti consiglio di provare la mia ricetta: Come ottenere delle perfette patatine fritte nella friggitrice ad aria partendo da patate fresche.

Cucinare su più livelli con una friggitrice ad aria a fornetto con una sola resistenza

Un’altra problematica nell’uso di queste specifiche friggitrici ad aria a fornetto è che durante la cottura si rende necessario invertire la posizione dei ripiani. Questo perché quello posto più in basso non viene ventilato sufficientemente bene, coperto da quello superiore. Personalmente è una cosa che trovo davvero molto scomoda, soprattutto se si cucinano cibi grassi, come delle ali o delle sovracosce di pollo, che perdono molto grasso in cottura.
Altrettanto scomodo è, per me, il dover maneggiare il cilindro rotante quando è ancora bollente per poter estrarre il cibo al suo interno.
Trovo inoltre che queste friggitrici ad aria a fornetto siano, tendenzialmente, meno performanti di quelle a cassetto. Anche per quelle più potenti in termini di wattaggio, ho notato un certo allungamento dei tempi di cottura a parità di gradi, tipologia e quantità di alimenti. Soprattutto per quanto riguarda l’uso del cilindro rotante e dello spiedo.
Sembra quasi che, ruotando, il cibo impieghi più tempo a cuocere rispetto a quando l’aria lo colpisce in modo costante, come per esempio avviene quando si usano i ripiani.

Le nuove friggitrici ad aria a fornetto di ultima generazione

Ecco che, finalmente, posso parlarti dei nuovi modelli usciti recentemente sul mercato. Si tratta di friggitrici ad aria che, esteticamente, ricordano sempre il comune forno a cui siamo abituati.
Queste però si differenziano per alcuni aspetti fondamentali.

  • Capacità in volume aumentata: Partono generalmente dai 25 litri (alcune anche da 23 litri) per arrivare ad un massimo di 40 litri.
  • Hanno la doppia resistenza: Puoi trovare gli elementi riscaldanti sia nella parte superiore che inferiore. Questo si traduce in una migliore cottura degli alimenti, senza doverli girare per una doratura uniforme.
  • Materiali migliori: Soprattutto per quanto riguarda lo sportello a ribalta si è potuto assistere ad un progressivo miglioramento dei materiali impiegati. Questi isolano meglio il calore, rendendo la friggitrice ad aria più performante rispetto alle precedenti.
  • Watt rimasti invariati: Come dicevo poc’anzi, grazie ai materiali di migliore qualità, è stato possibile mantenere inalterati i watt senza andare ad intaccare le prestazioni. La temperatura al loro interno viene raggiunta e mantenuta più facilmente garantendo ugualmente buone cotture.

Queste friggitrici ad aria esulando quindi da tutto quello scritto in precedenza sui modelli a fornetto più datati.
Quelle con doppia resistenza cuociono molto meglio anche quando si inseriscono più ripiani proprio perché il calore raggiunge il cibo sia dall’alto che dal basso.
Gli sportelli più moderni e dai materiali migliori aiutano a migliorare le prestazioni della cottura, evitando la dispersione del calore. Di conseguenza, 1800 watt per un modello da 25 litri di ultima generazione sono adeguati per ottenere buoni risultati.

Quale friggitrice ad aria comprare per 5 o 6 persone

Per 5 o 6 persone ti sconsiglio le friggitrici ad aria a fornetto del vecchio tipo, per tutti i motivi di cui ho parlato poco sopra.

Attualmente, per una famiglia numerosa, consiglio senza ombra di dubbio una molto capiente a cestello oppure una friggitrice ad aria a fornetto di ultima generazione.
Di seguito te ne suggerisco molte tra quelle che reputo migliori per una famiglia numerosa.

Se la preferisci a cassetto, ti consiglio queste:




Nessun prodotto trovato.


Se la preferisci a fornetto, ti consiglio queste:






Conclusioni

Per concludere, dal mio punto di vista, le friggitrici ad aria a fornetto dai 9 ai 14 litri sono meno pratiche nell’uso rispetto a quelle a cassetto. Hanno inoltre, per quanto ho potuto riscontrare, una minore resa nella cottura pur scegliendo un modello discretamente potente.
Trovo che siano sicuramente sopravvalutate per quanto riguarda le loro dimensioni. Vengono falsamente vendute per modelli estremamente capienti quando, con il reale utilizzo, ci si accorge che non possono soddisfare le necessità di una famiglia con molti componenti.
Vi è pochissima corretta informazione, dal mio punto di vista, a partire dai produttori e dai venditori. Vi è una massiccia campagna di marketing volta a mettere in luce aspetti che non sono poi riscontrabili nell’uso quotidiano e si fa invece poca informazione su quali siano realmente le loro potenzialità ed i loro punti deboli e limiti.
Per quanto riguarda invece le nuove friggitrici ad aria a fornetto di ultima generazione, che vanno dai 23 litri ai 30-40 litri, il discorso cambia notevolmente e mi sento di consigliarle anche per nuclei familiari più numerosi.

Questo è il mio punto di vista sulla scelta tra la friggitrice ad aria a cassetto o fornetto e non pretendo che sia una verità assoluta. L’articolo che hai appena letto è frutto di tante ore passate ad usare un gran numero di friggitrici ad aria diverse, studiandole, testandole e cucinandoci per la mia famiglia.
Alcune di quelle che ho provato personalmente sono state da me recensite sul sito e puoi leggere quello che penso di loro qui: Recensioni sulle friggitrici ad aria che ho testato.

Pin It on Pinterest

Shares
Share This